Crea sito

Shure GLXD16

 

Lo Shure GLXD16 è un bundle composto dal trasmettitore GLDX1, dal cavo di collegamento al
proprio strumento (da una parte jack da 1/4” e dall’altra connettore miniaturizzato 4-Pin maschio TA4M) e dal ricevitore a pedale GLDX6.
È un sistema wireless adatto a chitarristi e bassisti in cui il ricevitore, in pratico formato stompbox, fa anche da accordatore. Trasmettitore e ricevitore hanno una struttura leggera, ma robusta, in metallo pressofuso verniciato a polvere.
Il tutto sembra essere realizzato in maniera soddisfacente con un design raffinato e ben curato.
Il trasmettitore body-pack GLDX1 ha circa le dimensioni di un pacchetto di sigarette ed è provvisto di clip per un fissaggio alla cintura, o alla tracolla, sicuro e veloce.
Sulla parte superiore abbiamo l’interruttore di accensione e
il led di status che assume diversi aspetti in base alle informazioni da trasmettere sul sistema o sullo stato della batteria (anche durante la carica).
Troviamo poi il tasto “link” per identificare il ricevitore associato o per bloccare i controlli, il vano batteria e la porta mini USB per la ricarica.
Le batterie al litio (Shure Li-ion ricaricabili SB902) permettono un utilizzo continuativo fino a 16 ore, se non ci sono particolari interferenze, e si possono ricaricare tramite apposita base di ricarica (venduta separatamente) o cavo USB con caricatore da
parete, o da auto.
Se non rileva segnale da un ricevitore, il trasmettitore si spegne automaticamente dopo circa 60 minuti per preservare l’autonomia della batteria.
Il ricevitore a pedalino GLDX6 è un po’ più grande dei pedali standard ma tenendo conto che svolge anche la funzione di accordatore direi che va bene.
Ovviamente va posizionato per primo e si alimenta a 9 V con l’alimentatore in dotazione.
Si accende in una frazione di secondo e automaticamente si mette in comunicazione con il trasmettitore.
Grazie al due antenne (sistema True Diversity) la ricezione è più sicura.
L’accensione del led “rf” blu ci conferma la corretta connessione con il trasmettitore.
In caso di anomalie il led assume l’aspetto lampeggiante (ricerca trasmettitore) o spento (trasmettitore spento).
Il led “audio” verde ci indica la presenza del segnale dello strumento con intensità corrisponde al livello, indicando eventuali clipping.
Il guadagno è regolabile da -20 dB a +40 dB tramite il pulsante “mode”.
Se si utilizzano più trasmettitori (per più strumenti) le mpostazioni di guadagno possono essere configurate e salvate su ogni trasmettitore.
Il pulsante “link” serve a individuare il trasmettitore associato.
In modalità ricevitore il display permette di visualizzare la carica della batteria, il gruppo e il canale di trasmissione.
In caso di necessità (interferenze) gruppo e canale sono modificabili manualmente tramite gli appositi pulsanti.
Nel gruppo 1 ci sono quattro canali (impostazione di default).
Nel gruppo 2 ci sono cinque canali (gruppo migliore per l’uso in presenza di interferenze).
Nel gruppo 3 ci sono otto canali, rinunciando alle frequenze di back-up.
Se si usano più chitarre è possibile utilizzare più trasmettitori avendo l’accortezza di configurarli opportunamente inserendoli nello stesso gruppo, uno per canale.
Può essere attivo solo un trasmettitore per volta, occorre quindi spegnere tutti i trasmettitori prima di cambiare chitarra. Premendo il pulsante centrale il ricevitore passa in modalità accordatore con relativa accensione del led “mute” giallo.
Ora il pulsante “mode” permette di scegliere il tipo di visualizzazione dell’accordatura (ad ago o stroboscopica), di scegliere se accordare in mute o no, di regolare l’intensità del display, di inserire bemolli o diesis in accordatura, di tarare il La.
È possibile bloccare i comandi per evitare modifiche accidentali o non autorizzate delle impostazioni.
In tal caso sul display compare “LK” (locked) o “UN” (unlocked). Per la trasmissione del segnale in digitale il GLDX16 utilizza il sistema LinqFreq a 24 bit che analizza continuamente le frequenze libere, collegando trasmettitore e ricevitore sul miglior canale
disponibile.
In caso di interferenza, ricevitore e trasmettitore si spostano in automatico sul canale migliore senza interruzione di segnale.
Con LinkFreq attivato si possono utilizzare contemporaneamente
fino a 5 sistemi, con LinkFreq disattivato (modalità manuale) fino
a 8.
Il comportamento audio è buono.
Grazie alla risposta in frequenza da 20 Hz a 20 kHz e alla gamma dinamica di 120 dB ogni sfumatura dello strumento e del tocco vengono perfettamente trasmesse.
Il suono è nitido come quello di un cavo di qualità, con una latenza presente per tecnologia, ma impercettibile all’orecchio (dichiarata da 4,0 a 7,3 ms in base al gruppo impiegato).
Il GLXD16 permette un raggio di azione massimo di 60 metri, è quindi utilizzabile anche sui palchi più grandi.
Impiegando poi la frequenza operativa intorno ai 2,4 GHz (che può essere utilizzata senza licenza in tutto il mondo) è possibile utilizzarlo anche all’estero.
Una volta provato non potrete più farne a meno, perché ha tutto quello che può servire dal vivo: qualità audio, continuità del segnale e semplicità d’uso.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.